Ultimo aggiornamento martedì, 25 Febbraio 2020 - 19:25

Bergonzi a CN24: “Il fallo su Milik non si discute, è rigore! Giua inesperto e presuntuoso, bisognava andare al VAR”

News
10 Febbraio 2020 14:43 Di salvatore brancaccio
3'

Mauro Bergonzi, ex arbitro di Serie A, è intervenuto ai microfoni di CalcioNapoli24 Live, trasmissione televisiva in onda su CalcioNapoli24 TV (canale 296 del digitale terrestre). Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli24.it.

“Non arbitro da cinque anni e gli arbitri hanno la Goal Line Tecnology e poi c’è il VAR che dovrebbe togliere ogni problema. In realtà mi sembra che sta creando un po’ di problemi. I ragazzi devono avere esperienza e attenzione, soprattutto bisogna essere più umili. Episodio che puoi risolvere facilmente, in campo non puoi aver la certezza della simulazione dalla posizione in cui è l’arbitro: Milik accentua però come fai a capire senza andare a rivedere, non puoi stabilire con assoluta certezza. Con assoluta certezza tu dai il giallo per simulazione, si vede che c’è il contatto. Devi andare al monitor per guardare le immagini, dacci questa soddiusfazione e regalaci questo momento di umiltà”.

“La cosa che conta è raggiungere l’obiettivo finale per un arbitro cioè riportare la giustizia in campo: quello lì è calcio di rigore. Le immagini ingigantiscono la realtà, se l’arbitro in campo ha l’idea della simulazione e le immagini sono diverse, il protocollo ti aiuta: io non so cosa abbia detto il VAR a Giua. Giua è molto inesperto, doveva andare a rivedere le immagini per vedere l’errore commesso. Parliamo di tantissima inesperienza e troppa presunzione, non trovo altri modi di giustificare questa situazione. Bisogna sempre andare a vedere il VAR per evitare errori come hanno fatto altri in Verona-Juve e Inter-Milan. Bisogna entrare nei cervelli di chi non lo utilizza. Se avessi avuto il VAR, lo avrei cosultato in maniera esauriente”.

“Le parole di Commisso non mi son piaciute come quelle di Nicchi, invece di spiegare quello che è successo ha dato una risposta che ha acceso il fuoco. Questa settimana altre polemiche, questo genera tensione che si rispecchia sui campi di calcio. Il campionato quest’anno è difficilissimo, scudetto in un punto, Champions ed Europa League apertissima: se questi arbitri hanno questa pressione e sono anche molti giovani, diventa difficile. Ci vorrebbe più serenità sia dai calciatori con meno proteste che dall’AIA. Manca il rispetto per la figura arbitrale perché ci sono dirigenti che vanno in tv che critica, allo stesso tempo c’è la dirigenza arbitrale che non spegne il fuoco”.

fonte: https://www.calcionapoli24.it/le_interviste/bergonzi-a-cn24-non-si-discute-rigore-giua-inesperto-e-presuntuoso-n431786.html?fbclid=IwAR1BPXKIN7hR2lIXP2L5BUgm3yaQkaZBPeWmuuQMG26Qv3IRrRQe9x46t2U

Loading...
LEGGI COMMENTI