Ultimo aggiornamento sabato, 21 Settembre 2019 - 18:30

Il Roma – Mario Rui, dall’addio alla certezza del ruolo

News
6 Settembre 2019 21:37 Di salvatore brancaccio
3'

C’è stato un momento in cui Mario Rui era convinto di andar via. Sembrava tutto pronto per l’addio, il Napoli trattava con vari club e stava individuando validi sostituti, sembrava non esserci più la possibilità di un ripensamento. Poi, la svolta. Inizia il ritiro, Mario Rui è l’idolo della folla, i tifosi a Dimaro Folgarida lo incitano, lui li ringrazia e si rianima. Intanto il Napoli fatica a raggiungere intese per la sua cessione, valuta il portoghese una cifra importante e non ha intenzione di svenderlo. Così nasce l’idea della permanenza. Mario Rui resta al Napoli, ripartirà per il terzo anno consecutivo alternandosi con Ghoulam, lo farà carico e motivato. Le difficoltà del passato sono alle spalle, conta solo il presente. Il terzino è riuscito a ripartire da zero. Al termine dell’ultimo campionato ci restò male quando fu preso di mira via social con la sua famiglia da alcuni tifosi, pochissimi per fortuna, una netta minoranza che però ha fatto rumore. Ma l’affetto della città in Trentino ha convinto Mario Rui a restare, anche la società gli ha mostrato fiducia e Ancelotti lo stima tantissimo. Inizia, per lui, una nuova avventura. Sempre con la stessa maglia ma con altre responsabilità.

ALTERNARSI. Ghoulam non è ancora al top della forma e così Mario Rui sfrutterà questo periodo per ritrovare minutaggio e quella continuità che aveva, in parte, smarrito al tramonto dello scorso anno, quando l’algerino era rientrato a pieno regime. Mario Rui è partito titolare con la Fiorentina, con la Juve è rimasto inizialmente in panchina ma poi è stato schierato nella ripresa disputando una grande partita. Suo l’assist per il gol di Manolas, una punizione precisa calciata col suo mancino, uno dei punti di forza del portoghese che ha vocazione offensiva eppure sa essere utile in ogni situazione, specialmente nell’alimentare il possesso palla. Anche quest’anno Mario Rui e Ghoulam si alterneranno, le partite saranno tante, la stagione si preannuncia infinita, così ci sarà spazio per entrambi. Deciderà Ancelotti in base al valore e alle caratteristiche dell’avversario, oltre alla forma fisica dei due, alle necessità del momento.

AVVENTURA. Mario Rui è arrivato a Napoli nell’estate del 2017, in tre anni è riuscito a farsi apprezzare ed è tornato utilissimo, dato che pochi mesi dopo il suo acquisto Ghoulam ha subito il primo dei due infortuni che lo ha costretto a restare ai box per un anno. Il portoghese si è fatto trovare pronto, ha saputo sfruttare l’occasione conquistando la fiducia di Sarri – che lo aveva già allenato ad Empoli – e poi quella di Ancelotti, che ha conosciuto lo scorso anno. Una stima naturale che si rinnova anche quest’anno. Alle spalle tutto il resto. C’è ancora il Napoli nel presente di Mario Rui.

fonte: https://www.calcionapoli24.it/rassegna_stampa/ultime-calcio-napoli-mario-rui-ghoulam-n414460.html?fbclid=IwAR015wpAJfbcUKjUKLte46MKWHnOwDRcrdJlerd25ujK2GgsdfgkK1ciyr8

Loading...
LEGGI COMMENTI