Ultimo aggiornamento lunedì, 28 Novembre 2022 - 21:47

Repubblica – ADL respinge 900 milioni dal Fondo americano interessato: SSC Napoli non in vendita

21 Novembre 2022 16:11 Di salvatore brancaccio
4'

Cessione Napoli, arrivano aggiornamenti da Repubblica riguardo la possibile vendita di De Laurentiis ad un Fondo americano. Clamorosa indiscrezione rilanciata dal giornalista Antonio Corbo nel suo editoriale sulle pagine di Repubblica.

Cessione Napoli: ADL rifiuta l’offerta

Il Napoli non è in vendita! De Laurentiis respinge gli interessi anche di un Fondo americano che voleva provare a comprare il club. Arriva il consueto editoriale del giornalista Antonio Corbo per l’edizione odierna di Repubblica:

Ora che il Mondiale del “Disturbo” è cominciato, l’Italia del calcio e il Napoli riflettono sui danni. La Nazionale precipita nella malinconica coincidenza di una inutile amichevole con l’Austria. Che partita è poche ore dopo l’inaugurazione da finta fiaba del Luna Park 2022? Pallidissimo il confronto con Vienna nell’autunno della vergogna, l’Italia per la seconda volta esclusa da una Coppa che per altre quattro aveva invece alzato nel cielo di Roma 1934 stadio Nazionale. Di Parigi. Stadio Yves du Manoir di Colombes, nei pressi della capitale francese. Di Madrid 1982 al Santiago Bernabeu. Di Berlino 2006 all’Olimpico. Quattro finali vinte tutte in Europa, nello stile solenne di un calcio che non esiste più, se la dittatura del business e del compromesso porta al primo giro di giostra tra grattacieli, dune 6.500 migranti morti di fatica nel Golfo Persico.

Per il primo Mondiale nel deserto e in autunno. Stagione niente male, se gli sceicchi non avessero usatola forza d’urto di 250 miliardi di investimenti in dollari per spezzare a metà i campionati dell’intero nostro continente.

Dolciastro il tentativo dei telecronisti, inserire l’Italia nella festa ricordando che lo stadio Al Bayt di 60mila posti è refrigerato da un impianto ispirato alle tende beduine del Gruppo Webuild di Milano, contratto di 800 milioni.

Che brava l’Italia, sa ricavarsi un posticino nelle imprese planetarie, dalle missioni spaziali ai vaccini.

Abile l’Italia anche nel cancellare le sue disfatte nel calcio. La doppia esclusione dal Mondiale, 2018 e 2022, ebbe esiti contrastanti. Ilpresidente federale Carlo Tavecchio milanese di Ponte Labbro si dimise mezz’ora dopo.

Gabriele Gravina pugliese di Castellaneta ma cittadino onorario e imprenditore di Castel di Sangro si è confermato respingendo a sua volta le dimissioni solo ventilate da Roberto Mancini. La Figc non riuscì a bloccare il campionato prima della partita con la Macedonia, 14 marzo scorso. La debolezza ed il disastro. Di che parlavano ieri sera a Vienna, lontano da Doha e da un fallimento tecnico così lacerante? Solo il Napoli non sa valutare gli effetti di questo Mondiale delDisturbo. Interrompe la sua cavalcata. Subisce intanto la reazione delle altre candidate allo scudetto. Sperano che la migliore della serie A per fluidità di gioco, composta superiorità in campo, rapidità di passo possa ingrigire fino al 4 gennaio, giorno di Inter-Napoli? È una ipotesi, certo, ma con impari onestà nessuna si chiede come e perché possa al contrario passare dall’opacità delle prime 15 giornate allo splendore delle prossime 21.

Lontano da Doha se la gode Aurelio De Laurentiis. Vedrà i suoi giocatori in campo: Zielinski (Polonia) contro Lozano (Messico) domani, il 24 Anguissa con il Camerun contro la Svizzera e Kim (Corea del Sud) contro Olivera (Uruguay). Si legge che negli Usa incontra per strada chi propone 900 milioni di un non meglio identificato Fondo per acquistare il Napoli, affare ovviamente respinto. Il Napoli incassa e vince come fosse da solo in cima al suo Mondial. Unica favola credibile in una Italia che ha smesso anche di sognare.

Da ieri si gioca in Qatar la manifestazione iridata a cui non s’è qualificata la Nazionale di Mancini

Doha è una pagina nera: brilla solo l’altro azzurro quello della capolista del campionato.

fonte: https://www.calcionapoli24.it/rassegna_stampa/repubblica-l-editoriale-di-corbo-italia-e-napoli-riflettono-sui-danni-adl-n539683.html?fbclid=IwAR2Lu_BWQY59B8osflAMWdgeHzkRK6B37tOYwmVNEBsEwd_GedM-aldYrTM

LEGGI COMMENTI